Golosa treccia salata

E’ sempre buona una torta salata, ma se volete dargli un “tocco in più” visto che “anche l’occhio vuole la sua parte” beh provate a cambiargli forma, e voilà la treccia salata.
Per il ripieno non c’è da preoccuparsi, come tutte le torte salate può essere considerata una “svuota frigo”, potete utilizzare qualsiasi ingrediente a seconda dei vostri gusti, nel nostro caso abbiamo utilizzato un classico, prosciutto cotto e formaggio cremoso.
Non ci resta che proporvi la nostra meravigliosa di bontà.


Ingredienti
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
2 etti di prosciutto cotto
Formaggio spalmabile q.b.


Preparazione
Stendete il rotolo di pasta sfoglia, dividetelo in tre parti uguali tagliando per il lato più lungo, su ogni striscia spalmate il formaggio cremoso ed aggiungete il prosciutto cotto.
Arrotolate ogni striscia sempre dal lato lungo in modo da chiudere il ripieno all’interno.

Incidete la pasta sempre nel lato lungo, ora unite le tre strisce in modo da creare una treccia che sigillerete alle due estremità.
Poggiate la treccia su una placca ricoperta di carta forno, spennellatela con l’uovo ed infornate per 30 minuti a 180°.
La vostra treccia salata è ora pronta da servire.

Buon appetito.

Anna & Alessia

Annunci

Salumi Pasini, gusto ed eccellenza della tradizione culinaria lombarda

La Lombardia è nota per regalare prodotti incredibilmente buoni ed è proprio qui che nasce l’azienda Salumi Pasini; con sede nei dintorni di Milano a Trezzano sul Naviglio.
Con più di sessant’anni di esperienza nel ramo alimentare; Salumi Pasini è un marchio italiano che porta con se l’eccellenza dei prodotti che ogni giorno mettiamo sulle nostre tavole, che cura ogni dettaglio della lavorazione, seguendo importanti valori come qualità, italianità, tradizione ed innovazione; utilizzando solo materie prime selezionate con attenzione per dare ai propri prodotti il sapore unico che li contraddistingue; la produzione segue le tradizioni e le ricette segrete del passato pur aprendosi contemporaneamente alla ricerca ed all’innovazione.

42
Salumi Pasini è sinonimo di eccellenza, nella produzione ogni passaggio viene seguito con estrema cura; dall’idea iniziale fino al packaging finale; nessun particolare viene lasciato al caso; ogni prodotto viene preparato dagli esperti che lavorano in azienda da anni ed insegnano la loro arte alle nuove generazioni

44
Oggi la guida aziendale è passata in mano a Daniela, Andrea e Filippo Pasini tre giovani desiderosi di far conoscere in Italia ed all’estero la bontà dei propri prodotti.
Tutte le sue linee vengono prodotte completamente in Italia utilizzando solo carni selezionate, scelte con estrema attenzione dagli esperti aziendali:
i Classici: linea prodotta seguendo le tradizioni di un tempo con il Salame Campagnolo, Salamini Pic Nic, Pancetta Steccata, Bacon, Cotechino e Zampone;
la Selezione: linea che varca i confini della Lombardia con una selezione di prodotti volta ad offrire ai propri clienti il meglio Bel Paese come il Crudo o il Culatello di Parma, lo Speck del Trentino, la Bresaola della Valtellina, la Mortadella di Bologna e molte altre delizie.
Una novità del marchio Salumi Pasini è sicuramente la collaborazione nata con lo chef stellato Davide Oldani che ha scelto l’eccellenza di questo brand condividendone valori come il territorio, la passione ed il connubio tra tradizione ed innovazione, creando una gamma ad hoc di prodotti arricchiti con elementi da lui stesso suggeriti come Driss il salame, Grass il lardo, Schisc la bresaola e Cott il prosciutto cotto.

38

La mia fortuna è stata aver scoperto questa “deliziosa” azienda e visitarla accompagnata da esperti che ci hanno mostrato come nascono i prodotti Pasini.

Tra profumi e sapori, ho scoperto alcuni dei segreti della produzione; dalla scelta delle materie prime, fino al prodotto finito, ogni passaggio mi è stato svelato.

1

2

La produzione delle salsicce.

Le salsicce

Il massaggio ai prosciutti.

La SPA dei prosciutti
La legatura dei salami.

La legatura

L’asciugatura e la stagionatura.

Asciugatura e stagionatura

Asciugatura e stagionatura1

La degustazione.

Degustazione
E dopo aver visto personalmente l’azienda, scoperto segreti, provato a preparare i salami, sentito profumi ed assaggiato i prodotti della Salumi Pasini, sono arrivata alla conclusione che quest’azienda completamente Made in Italy è sicuramente un’eccellenza da provare.
Io l’ho fatto e lo consiglio a tutti.
Anna & Alessia

Salumi Pasini
Via Circonvallazione, 7
20090 Trezzano sul Naviglio (Mi)
Tel. 02 48401725
Per ordini: 334 6689227
E-mail: info@salumipasini.com
Web: http://www.salumipasini.com

Fiori di sfoglia con patate, stracchino e pancetta

Splendidi fiori, belli da vedere e buoni da mangiare, sfoglia con ripieno di patate, stracchino e pancetta.
Deliziosi appetizer semplici e veloci da preparare, adatti per un aperitivo ma anche come spuntino quando ti assale quella “voglia di non so cosa” che spesso arriva quando meno te lo aspetti.
Vi ho già detto quanto sono buoni ? Provate a prepararli e potrete dirlo anche voi.

12743886_10206051172373700_1514466751320109065_n
Ingredienti per 12 tortini
150 grammi di stracchino
90 grammi di pancetta o salume a vostra scelta
5 patate piccole
1 rotolo di pasta sfoglia
Sale q.b.

Preparazione
In una pentola piena d’acqua fate bollire le patate intere e con la buccia per circa 20 minuti, controllatele ogni tanto perché devono rimanere sode.
Stendete la pasta sfoglia, con un coppapasta tondo, intagliate 12 dischi di circa 10-12 cm di diametro.
In ogni cerchio fare 4 taglietti come a formare quattro triangoli senza punta, la parte centrale deve rimanere intatta per contenere il ripieno.
In una terrina unite lo stracchino e la pancetta che andrà prima tritata, aggiustate con un pizzico di sale.
Una volta pronte e raffreddate prendete le patate, sbucciatele e tagliatele a dadini, amalgamatele all’impasto appena preparato e distribuitelo in ogni “fiore”. Infine, per ottenere l’effetto desiderato dovete avvicinare prima i due petali frontali poi i due petali laterali, cercate di posizionarli come a formare una vera e propria corolla.
Infornate a 190° per circa 20 minuti, servite i fiori tiepidi.
A chi non piacerebbe ricevere dei fiori cosi ?
Anna

Una grande invenzione della tradizione emiliana – romagnola il gnocco fritto

Amo la cucina della tradizione, quella delle nonne, il gnocco fritto è uno di quei piatti che ricordano l’infanzia, le feste in piazza e le sagre.
Il gnocco fritto è una ricetta tipica dell’Emilia Romagna, a seconda delle zone ha un nome diverso, crescentina fritta in Emilia, torta fritta a Parma, pinzin a Ferrara, viene preparato con pasta di pane, fritta e servita con salumi e formaggi, personalmente amo accompagnarlo con un buon prosecco freddissimo.
E’ una cucina semplice, senza troppi fronzoli ma ricca di gusto e buona da matti.
Preparate questa sfiziosità seguendo la mia ricetta passo a passo.

16574775416_e5ff40be60_o
Ingredienti per circa 30 pezzi
500 grammi di farina tipo 0
70 grammi di strutto
25 grammi di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di zucchero semolato
½ cucchiaio di sale
acqua tiepida q.b.
olio di arachidi per friggere q.b.

Preparazione
Iniziate preparando l’impasto base; stemperate il lievito in una ciotola con acqua tiepida; in una planetaria unite la farina, lo strutto, il sale, lo zucchero ed il lievito precedentemente preparato.
Impastate gli ingredienti aggiungendo acqua a filo, tanta quanta ne serve a rendere l’impasto elastico e sodo.
Infarinate una terrina, metteteci il panetto ottenuto, lasciatelo lievitare per circa 4 ore in un luogo tiepido e coperto da un canovaccio.
Passato il tempo l’impasto sarà sicuramente triplicato, stendetelo con il matterello fino ad ottenere una sfoglia molto sottile e ritagliate con una rotella dei rombi di circa 7-8 cm.
Preparate una padella con abbondante olio di arachidi, friggete pochi rombi alla volta, girandoli spesso finchè non risulteranno dorati su entrambi i lati.

4107970098_dd0b6c18b8_b
Scolate i rombi, appoggiateli su carta assorbente in modo che l’olio in eccesso venga assorbito e servitelo ancora caldo con salumi e formaggi misti.
Io ho già l’acquolina in bocca, voi ?
Anna

Quando semplicità è sinonimo di gusto, torta salata di patate

Lasciatevi conquistare dal gusto con una deliziosa torta di patate.
Una ricetta facilissima per un pranzo delizioso.
Una torta veloce a base di patate che vi conquisterà con la sua bontà.

Torta2
Ingredienti
1 kg di Patate
350 grammi di latte
150 grammi Mortadella a dadini
150 grammi Scamorza
100 grammi Provolone
100 grammi Emmental
40 grammi Pecorino grattuggiato
30 grammi di burro
30 grammi Parmigiano Reggiano grattugiato
2 uova
Sale fino q.b.
Sale grosso q.b.
Pepe q.b.
Pan grattato q.b.

Torta1
Preparazione
Prendete le patate, sbucciatele e tagliatele a dadini, sbollentatele in acqua bollente e un pizzico di sale grosso per 10 minuti; scolatele e lasciatele raffreddare.
Fate intiepidire il latte, sminuzzate i formaggi
In una ciotola unite burro, una parte di formaggi già grattugiati (tenetene da parte qualche cucchiaio), latte tiepido e aggiustate di sale e pepe.
Mescolate bene fino ad ottenere un impasto morbido, aggiungete le patate a dadini, le uova ed amalgamate il tutto.
Preriscaldate il forno a 180°.
Imburrate una pirofila, con l’impasto di patate create la base della torta, ricoprite con mortadella, scamorza, emmental e provolone, ricoprite il tutto con la parte restante dell’impasto.
Spolverizzate con il misto di formaggi grattugiati tenuti da parte.
Infornate per 30 minuti e prima di servire, fate riposare per circa 15 minuti.
Buon appetito!
Anna

Quando la semplicità sposa gusto e bontà; cestini di parmigiano ripieni

La semplicità di una delle eccellenze italiane, il parmigiano reggiano, che si trasforma in un ottimo antipasto, gustoso e bello da vedere perché, come si dice … “anche l’occhio vuole la sua parte” !
Prepararli è molto semplice e molto veloce; pochi ingredienti per tanto gusto.
Ideali da portare in tavola per qualsiasi occasione, il bello è che mettono in gioco molto la vostra fantasia ed i vostri gusti, in questo piatto il ripieno fa la differenza.

IMG-20151128-WA0017Ingredienti per 4 persone
24 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 fetta di prosciutto cotto alta 1 cm
2 fette di salame alta 1 cm
100 grammi di polipo con patate
5 gamberetti
2 fette di salmone affumicato
Olio q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.

Immagine1Preparazione
Riscaldate una padella antiaderente, aggiungete sei cucchiai di parmigiano ed appiattitelo; cuocete a fiamma bassa, quando inizierà ad indurirsi girate e fate cuocere anche l’altro lato per alcuni secondi.
Appoggiate il parmigiano fuso su un fondo di tazza o di un bicchiere per dargli la forma di un cestino, una volta raffreddato sarà pronto; ripetete i passi precedenti per gli altri tre cestini.
Preparate ora il ripieno, tagliate a dadini il prosciutto cotto ed il salame, mescolateli tra loro ed ecco pronto il primo ripieno.
Per il secondo prendete i gamberetti, tagliateli a pezzetti e fate lo stesso con il salmone, mescolandoli insieme.
Ed infine .il polipo con le patate che avrete già preparato in precedenza.
Non vi resta che riempire i cestini e stupire i vostri ospiti portando a tavola queste delizie.
Buon Appetito!
Anna

La coreografia in cucina conta: roselline gustose, tanto amore e fantasia

Le roselline ripiene sono un rustico gustoso, molto semplice e veloce da preparare.
Ma non solo, la presentazione è molto coreografica ed è proprio l’esempio adatto di come i cibi semplici, se ben presentati, fanno la loro “bella figura”.
E l’abbinamento di gusti per il ripieno ? La vostra fantasia è la chiave di tutto, il ripieno lo decidete voi, in base ai vostri gusti e a quelli dei vostri ospiti.

10

Ingredienti per 12 roselline
2 rotoli di pasta sfoglia rotonda
3 fette di prosciutto cotto
100 grammi di funghi champignon
100 grammi Philadelphia
100 grammi di ricotta
erba cipollina q.b.
1 spicchio d’aglio
prezzemolo q.b.
olio q.b.
vino bianco q.b.
sale q.b.

9
Preparazione
Stendete la pasta sfoglia, con un coppapasta tondo, intagliate 12 dischi di circa 10-12 cm di diametro.
In ogni cerchio fare 4 taglietti come a formare quattro triangoli senza punta, la parte centrale deve rimanere intatta per contenere il ripieno.
In una padella mettete 3 cucchiai di olio, aggiungete 1 spicchio d’aglio e rosolatelo fino a che non risulterà dorato, quindi toglierlo ed unire i funghi.
Alzate la fiamma e lasciate che i funghi comincino a sfrigolare, quindi versate del vino; fate evaporare per un paio di minuti a fiamma vivace, spolverizzate i funghi con un cucchiaio di prezzemolo tritato ed aggiungete un pizzico di sale.
Abbassate la fiamma e continuate la cottura coprendo i funghi per 10 minuti.
Se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo aggiungete un po’ di vino bianco; trascorso il tempo di cottura scoperchiate, alzate la fiamma e fate asciugare il liquido in eccesso, mescolando di tanto in tanto; a fine cottura regolate di sale e pepe.
In una ciotola versate il Philadelphia, tagliuzzate finemente l’erba cipollina ed amalgatela bene al formaggio.
Fate lo stesso con la ricotta.
Prendete i primi sei cerchi, mettete al centro un cucchiaio di Philadelphia con erba cipollina, aggiungete un cucchiaio di funghi sopra al formaggio; continuate questo procedimento per preparare le altre cinque basi.
Prendete ora i rimanenti sei cerchi, tagliate a metà le fette di cotto e stendetele sulla pasta sfoglia, al centro aggiungete un cucchiaio da minestra di ricotta ed erba cipollina.
Per ognuno dei cerchi, avvicinate prima i due petali frontali poi i due petali laterali, cercate di appoggiare i quattro petali come a formare una vera rosa.
Prendete una teglia per cupcakes o muffin , inserite ogni rosa negli appositi spazi, in questo modo i petali resteranno fermi anche durante la cottura.
Cuocete le roselline a 180 gradi per 15-20 minuti.
Per il miglior risultato servite le rose calde.
Siete incuriositi ? Non vi resta che provare la ricetta ed inviarmi i vostri commenti, vi aspetto.
Anna

La delicatezza unita al sapore: torta salata morbida

Deliziosa è dir poco, è anche profumata, filante e croccante nei punti giusti, in più è molto facile e veloce da preparare.
Ideale da servire come antipasto; irresistibile soprattutto quando è servita molto calda!
Il ripieno può essere considerato un po’ uno svuotafrigo, io ho usato pancetta e ricotta ma potete scegliere altri formaggi, l’importante che siano cremosi, o altri salumi a seconda dei vostri gusti.
Non vi resta che iniziare a preparare questa delizia!

Torta Salata Morbidissima

Ingredienti
200 grammi di farina 00
400 grammi di ricotta
150 grammi di pancetta a dadini
4 cucchiai di grana padano grattugiato
2 Uova
1 bicchiere di latte
Sale q.b.
Pepe q.b.

Preparazione
Mettete la ricotta in una ciotola e lavoratela con una forchetta fino a ridurla ad una crema.
Aggiungete, man mano, la farina, il formaggio grattugiato, le uova, il latte ed infine la pancetta.
Una volta amalgamato il tutto, versate in uno stampo imburrato e fate cuocere a 180° per 30 minuti.
Sfornate la torta, spolverate con il grana e servite.

Buon appetito.
Anna & Alessia

Fiore di pan brioche salato

Adoro i dolci ma … non disdegno il salato.

Voglio condividere con voi questo “fiore salato” che è molto bello da vedere, riempie la tavola da solo, ma è anche strabuono; mio marito e mia figlia lo hanno adorato.

Ingredienti

350 gr Farina Manitoba

200 gr Farina di grano tenero tipo 00

250 gr Latte

50 gr Olio extravergine di oliva

5 gr Zucchero

10 gr Sale fino:

1 cubetto di lievito di birra fresco

1 uovo

Per il ripieno:

250 gr Prosciutto cotto o altro salume a piacere

250 gr Asiago o Fontina o Provolone tritati (l’importante che siano formaggi che si sciolgono facilmente).

Procedimento

Sciogliete il lievito nel latte a temperatura ambiente ed unire lo zucchero mescolando fino allo scioglimento completo degli ingredienti.

Versare il latte nella planetaria, aggiungere l’ uovo intero, l’olio, le due farine setacciate ed il sale (in questo ordine) ed impastare il tutto, ad una velocità media con l’attrezzo “K”, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Coprire la ciotola con un canovaccio e lasciar lievitare l’impasto per almeno 1 ora, finchè il composto non raddoppia di volume.

Trascorso il tempo dividere l’impasto in tre parti uguali.

Utilizzando il mattarello stendere la prima parte  su un foglio di carta forno e formare una sfoglia rotonda; farcire la sfoglia con metà dose degli ingredienti del ripieno alternando salumi e formaggio.

Stendere il secondo panetto ottenendo un’altra sfoglia, appoggiandola sulla prima coprendo gli ingredienti del ripieno.

Farcire anche questa seconda sfoglia con il resto degli ingredienti del ripieno, stendere infine anche il terzo panetto di impasto e adagiandolo sulle altre due sfoglie.

Appoggiate una tazzina al centro delle sfoglie, sarà il cuore del vostro fiore.

Partendo dal cerchio ottenuto tagliare la sfoglia ottenendo 16 petali.

Per dar forma ai petali del fiore prendere due fette per volta e girarle due volte su se stesse in senso opposto e verso l’esterno.

Unire tra loro le estremità e rigirandole un po’ sotto il petalo in modo da impedire che possano aprirsi.

Ripetere l’operazione per ogni coppia di fette, a fine lavorazione, si otterrà un fiore con 8 petali.

Trasferire il fiore in una teglia e lasciarlo lievitare altri 40-50 minuti a temperatura ambiente o nel forno spento.

Riscaldare il forno a 200 gradi, nel frattempo spennellare la superficie del fiore con il tuorlo sbattuto.

Cuocere il fiore per 30-35 minuti circa.

Provateci, ci vuole un pò di tempo per prepararlo ma vi assicuro che ne vale la pena.

Come sempre aspetto i vostri commenti e le vostre foto.

Anna & Alessia

999914_10201606350495931_2145502357_n 1528665_10201606350815939_1892345774_n 1016326_10201606877349102_1824501526_n 1545681_10201606950510931_1374660209_n 1531893_10201606950910941_1206897502_n 1557496_10201607462243724_392544269_n