Golosa treccia salata

E’ sempre buona una torta salata, ma se volete dargli un “tocco in più” visto che “anche l’occhio vuole la sua parte” beh provate a cambiargli forma, e voilà la treccia salata.
Per il ripieno non c’è da preoccuparsi, come tutte le torte salate può essere considerata una “svuota frigo”, potete utilizzare qualsiasi ingrediente a seconda dei vostri gusti, nel nostro caso abbiamo utilizzato un classico, prosciutto cotto e formaggio cremoso.
Non ci resta che proporvi la nostra meravigliosa di bontà.


Ingredienti
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
2 etti di prosciutto cotto
Formaggio spalmabile q.b.


Preparazione
Stendete il rotolo di pasta sfoglia, dividetelo in tre parti uguali tagliando per il lato più lungo, su ogni striscia spalmate il formaggio cremoso ed aggiungete il prosciutto cotto.
Arrotolate ogni striscia sempre dal lato lungo in modo da chiudere il ripieno all’interno.

Incidete la pasta sempre nel lato lungo, ora unite le tre strisce in modo da creare una treccia che sigillerete alle due estremità.
Poggiate la treccia su una placca ricoperta di carta forno, spennellatela con l’uovo ed infornate per 30 minuti a 180°.
La vostra treccia salata è ora pronta da servire.

Buon appetito.

Anna & Alessia

Dolcezza al cucchiaio con i bicchierini pesche, crema di yogurt e crumble di amaretti

I dolci al cucchiaio sono tra i più eleganti da presentare a fine menù ma noi, che siamo molto golose, li prepariamo anche come merenda o quando arriva la voglia di “qualcosa di buono”.
Pochi ingredienti con gusti forti e ben distinti tra loro valorizzano pienamente il sapore dei nostri bicchierini pesche, crema di yogurt e crumble di amaretti.


I passaggi per preparare i dolci al cucchiaio sono solitamente abbastanza semplici proprio come quelli per preparare i nostri bicchierini; operazioni non elaborate che garantiscono un risultato perfetto ogni volta che vorrete preparare un dolce all’“ultimo minuto”.
Visto che anche l’“occhio vuole la sua parte”, utilizziamo bicchierini di vetro con i quali si ottengono dei dessert molto belli da presentare proprio perché risultano ben visibili i differenti strati di bontà ed i vostri dolci diventeranno davvero irresistibili.
Li prepariamo insieme ?


Ingredienti per 6 bicchierini
2 pesche noci
2 cucchiai di zucchero di canna
Per la crema:
300 grammi di yogurt greco
1 cucchiaio di miele
Per il crumble:
200 grammi di amaretti
200 grammi di zucchero di canna
200 grammi di burro
200 grammi di farina


Preparazione
La prima cosa che prepareremo è il crumble; in una ciotola ampia unite il burro a pezzi, la farina, lo zucchero di canna e gli amaretti tritati; mescolate il tutto fino a ottenere un impasto sabbioso.
Spargete l’impasto appena ottenuto su una teglia foderata con carta forno; infornate a 200° per 10 minuti.
Prendete le pesche, tagliatele a cubetti senza sbucciarle aggiungete due cucchiai di zucchero di canna e cuocetele fino a che non risulteranno caramellate, una volta pronte spegnete il fuoco e lasciatele raffreddare.
Nel frattempo prendete una ciotola, aggiungete lo yogurt ed il miele mescolando fino ad ottenere un impasto cremoso.
Una volta che il crumble è pronto e le pesche si sono raffreddate, creiamo il nostro dolce al cucchiaio riempiendo ogni bicchierino con uno strato di pesche, uno di crema allo yogurt terminando con il crumble.
Pronti allo stupore dei vostri ospiti ?

Anna & Alessia

Crostata al cioccolato

Un classico della cucina italiana, la crostata al cioccolato un dolce che sa di buono, molto casalingo; adatto a tutti, bimbi o adulti, nessuno resisterà a questa delizia cioccolatosa.
Semplice e veloce da preparare, perfetto per ingolosire tutti i vostri ospiti, non vi resta che prepararlo con noi.


Ingredienti
400 grammi di cioccolato Kidavoa 50% (Valrhona)
215 grammi di farina 00
200 grammi di burro freddo
85 grammi di zucchero a velo
3 tuorli d’uovo


Preparazione
La prima cosa da preparare è la frolla per la base della nostra crostata.
Mettete la farina e lo zucchero in una ciotola, aggiungere le uova e il burro freddo a pezzetti.
Impastate velocemente gli ingredienti su una superficie liscia e possibilmente fredda.
Una volta amalgamati formate una palla con l’impasto, avvolgetela in un foglio di carta forno e lasciatela riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
Stendete la frolla fino a mezzo centimetro di spessore e sistematela in una tortiera da 22 cm già imburrata e infarinata, pareggiate i bordi e bucherellate la base.
Per preparare la crema al cioccolato mettete il burro in una ciotola e fatelo sciogliere a bagnomaria, aggiungete il cioccolato spezzettato precedentemente e mescolate fino ad ottenere un crema corposa che verserete sulla frolla nello stampo.
Infornate a 160 gradi per 40 minuti; trascorso il tempo sfornate la crostata e lasciatela raffreddare prima di servirla.
Anna & Alessia

Muffin al cioccolato

Non solo croissant e brioches, da qualche anno impazzano le american breakfast ed i muffin a colazione la fanno da padrone.
Dolcissime e soffici mini tortine che, nel nostro caso, sono addolcite da un impasto a base di cioccolato.
Ottimi anche per merenda o per un break veloce i muffin sono perfetti per ogni occasione.
Prepariamoli insieme.


Ingredienti per 12 muffin
300 grammi di farina 00
300 grammi zucchero
180 grammi di latte intero a temperatura ambiente
150 grammi di burro a temperatura ambiente
100 grammi di cioccolato fondente Itakuja 55% (Valrhona)
70 grammi cacao amaro in polvere
6 grammi di lievito in polvere
4 uova a temperatura ambiente
2 grammi di bicarbonato


Preparazione
In una planetaria unite il burro e lo zucchero, mescolate a velocità bassa fino ad ottenere una crema morbida, infine aggiungete le uova una alla volta.
In una ciotola setacciate la farina, il cacao, il lievito ed il bicarbonato; unite le polveri poco alla volta all’impasto in planetaria ed aggiungete il latte a filo.
Con l’aiuto di un coltello spezzettate il cioccolato ed aggiungete anch’esso all’impasto, lasciate lavorare la planetaria fino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo.
Prendete uno stampo da muffin e mettete i pirottini negli appositi stampi.
Fermate la planetaria, mescolate accuratamente con una spatola e con l’aiuto di una sac à poche riempite i pirottini, precedentemente preparati, per ¾.
Infornate in modalità statica a 180 gradi per 30 minuti; trascorso il tempo sfornateli e lasciateli raffreddare prima di servirli.

Anna & Alessia

Il cioccolato è la risposta giusta sempre ed il migliore è Valrhona

Dal 1922 grazie ad uno chef pasticcere in Ardêche nasce Valrhona, la “fabbrica del cioccolato” francese che ha la vocazione di creare e lavorare cioccolato di qualità eccezionale con l’aggiunta di note aromatiche date da cacao di diverse origini ma sempre preparato secondo la tradizione.
Gli specialisti Valrhona passano parecchio tempo a reperire nelle piantagioni produttive le fave più belle e quelle più aromatiche, questa meticolosa ricerca ha fatto sì che l’azienda potesse creare una vasta gamma di cioccolato dal sapore forte, intenso ed aromatico.
La vocazione aziendale è l’eccezionalità, non ha caso gli specialisti aziendali hanno stretto stretto legami con alcuni tra i più eccellenti produttori di cacao dai Caraibi all’Oceano Indiano, controllando di personalmente ogni piantagione ed assaggiando le fave per avere la certezza della qualità della materia prima.
Non solo, questi spostamenti geografici hanno fatto si che il prodotto Valrhona potesse arricchirsi di nuovi gusti mantenendo, anzi, migliorando notevolmente i suoi già eccezionali prodotti diventando a tutti gli effetti il Grand Chocolat selezionato dalle più prestigiose aziende gastronomiche mondiali.
Valrhona porta avanti una cultura d’impresa ben precisa che condivide con i propri collaboratori basata su valori molto importanti come la passione, l’impegno, la ricerca dell’eccellenza; proprio grazie a questo può vantare una crescita costante nel tempo sia nell’alta qualità della produzione che nello sviluppo di talenti tanto da entrare nel 2010 tra le prime 15 aziende riconosciute come “Great Place To Work”, ovvero le società francesi con più di 500 collaboratori dove i dipendenti amano lavorare.
La nuova gamma di cioccolato che Valrhona ha lanciato si distingue per note fruttate e viene creata grazie ad una nuova tecnica, la “doppia fermentazione”, che prevede l’aggiunta di frutta non appena la prima fermentazione risulta completa.


Grazie a Selecta, promotrice di Valrhona in Italia, abbiamo avuto la possibilità di testare due tipi di cioccolato: il primo è Kidavoa 50%, un cioccolato al latte che presenta note aromatiche di banana e malto; ad ogni morso note fruttate e speziate che si uniscono alla forza del cacao; ottimo in abbinamento con frutta come albicocca e frutto della passione o spezie come cannella e zenzero
Il secondo è Itakuja 55%, un cioccolato in cui la potenza del cacao brasiliano si fonde con le note del frutto della passione; ottimo l’abbinamento con frutta come banana e mango ma anche con latte di cocco e rum scuro. Li abbiamo utilizzati in due diverse ricette il Kidavoa 50% per creare la crema di cioccolato delle nostre crostate e l’Itakuja 55% nei nostri muffin al cacao.
Risultato eccellente ma non avevamo dubbi dato che Valrhona è sinonimo di ottima qualità.
Anna & Alessia

Il paradiso esiste; finalmente a Milano il Chocolate Academy Center

Nella splendida cornice dei Navigli milanesi si trova un vero e proprio paradiso, la prima accademia del cioccolato italiana sceglie Milano la capitale della moda, del design ed anche del food; proprio qui dove ogni anno viene ospitato il Salon du Chocolat il 20 giugno aprirà le porte al pubblico il Chocolate Academy Center.


Una sintesi tra design, tecnologia e cultura con la mission di promuovere e sviluppare la cultura del cacao, il Chocolate Academy Center è destinato a diventare un punto di riferimento per i professionisti provenienti da tutta Italia, un centro di formazione di eccellenza nell’arte della lavorazione del cioccolato; l’offerta accademica prevede corsi che saranno rivolti a pasticceri, maestri cioccolatieri, chef di cucina con esperienza, ma anche a giovani artigiani o amanti del cioccolato proprio come me.

Credits: Press Freedot

Il Chocolate Academy Center è stato fortemente voluto dalla Barry Callebaut, leader mondiale nella lavorazione, nella fabbricazione del cacao e dei prodotti a base di cacao; l’azienda nata nel 1996 dalla fusione tra il gruppo belga Barry Callebaut e la società francese Cacao Barry è diventata in poco tempo punto di riferimento nella produzione di cioccolato e derivati compresi i ripieni e le decorazioni.

Credits: Press Freedot

Il Chocolate Academy Center è stato sicuramente molto ben pensato; tecnologie e macchinari di ultima generazione nel campo della pasticceria e della cioccolateria ma anche spazi polifunzionali dedicati alla formazione come lo Spazio Sensoriale, lo Spazio Intenso e lo Spazio Dolce; importantissima la presenza di un ChocoGelato Lab uno spazio completamente dedicato alla creazione di questa eccellenza italiana unico in Italia.


Interni ultramoderni, molto bello anche nell’architettura, sicuramente il Chocolate Academy Center milanese ha tutte le carte in regola per diventare un centro d’eccellenza che saprà formare i professionisti del cioccolato di domani; negli spazi dedicati verranno organizzati seminari, corsi teorici e laboratori pratici dove poter migliorare le competenze nel campo del cioccolato, in un percorso che attraverserà tutta la filiera produttiva del cacao dalla fava al prodotto finito e dove si affineranno le tecniche produttive di vendita imparando a gestire laboratori di sicuro successo.

Credits: Press Freedot

Tre gli chef residenti, il direttore del Chocolate Academy Center Davide Comaschi, maître chocolatier vincitore nel 2013 del World Chocolate Master di Parigi e testimonial del Salon du Chocolat; ad accompagnarlo in questa avventura Alberto Simionato chef Cacao Barry e Paolo Cappellini chef specializzato nella produzione di gelato, istruttore presso la Gelato University e docente presso Cast Alimenti; i tre specialisti saranno coadiuvati da un team di docenti che li aiuteranno nella preparazione e gestione dei corsi previsti dalle varie offerte accademiche.

Credits: Press Freedot

Una novità che merita sicuramente attenzione è l’importanza che la Barry Callebaut dà al ruolo della formazione; l’azienda ha infatti deciso di investire in un programma di recruiting scommettendo sui giovani; sovvertendo le classiche regole di selezione la ricerca è rivolta a ragazzi e ragazze senza particolari requisiti di esperienza ma con una grande passione per il cioccolato.
I Chocolate Specialist che supereranno le selezioni saranno inseriti in un percorso formativo che si svolgerà presso il Chocolate Academy Center di Milano e successivamente inseriti in azienda.

Da oggi il cioccolato non avrà più segreti !
Anna & Alessia

Frittatine in “pancetta”

Un aperitivo sfizioso ma anche un secondo stuzzicante ecco le nostre frittatine in “pancetta”.
Originalità e gusto racchiusi in un unico piatto; piccoli scrigni che con la loro semplicità stupiranno i vostri ospiti.
Pochi semplici ingredienti, veloci da preparare, belle da vedere.
Non vi resta che provare a prepararle.
Lo facciamo insieme ?


Ingredienti per 12 frittatine
150 millilitri di panna fresca
6 uova
3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
1 ciuffo di basilico
Pancetta steccata q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.


Preparazione
In una ciotola unite le uova, la panna fresca, il formaggio, il sale, il pepe ed il basilico tritato grossolanamente; con l’aiuto di una frusta mescolate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido.
Foderate lo stampo da muffin con la pancetta in modo da ricoprirne totalmente la superficie.
Riempite fino a ¾ ogni stampo con il composto di uova precedentemente preparato.
Infornate per 15 minuti a 180 gradi controllando che la superficie delle frittatine risulti ben dorata.
Ultimata la cottura, sfornate, impiattate e servite le frittatine in “pancetta” ben calde.

Anna & Alessia

Spaghetti con pesto di zucchine, gamberetti e pomodorini

Un’accoppiata vincente in cucina, zucchine e gamberetti ma con l’aggiunta di un tocco in più: i pomodorini che conferiscono a questo piatto un gusto raffinato e delicato al tempo stesso.
Veloce e molto semplice da realizzare, caratteristica principale di questo piatto è un profumatissimo pesto di zucchine che accentua il delizioso sapore dei gamberetti accompagnati dai pomodorini.
Perfetto sia per pranzo che per cena, con questi ingredienti potrebbe essere definito “primo piatto estivo” ma noi lo prepariamo ogni volta che ci scatta la voglia di “qualcosa di buono”.
Volete prepararli con noi?


Ingredienti per 4 persone
400 grammi di spaghetti
200 grammi di gamberetti
180 grammi di zucchine grattugiate
120 grammi di pomodorini
100 millilitri di olio extravergine d’oliva
40 grammi di pinoli
30 grammi di pecorino romano
30 grammi di parmigiano
8 foglie di basilico
1 spicchio d’aglio
sale q.b.

Preparazione
Preparate il pesto di zucchine unendo in un frullatore le zucchine grattugiate, i pinoli, il basilico, il parmigiano, il pecorino, l’olio ed un pizzico di sale, fate andare fino ad ottenere un composto cremoso.
In una padella aggiungete l’olio, uno spicchio d’aglio e fate rosolare i pomodorini, aggiungete i gamberetti e fate andare a fuoco medio per qualche minuto.
In una capiente pentola portate a bollore acqua e sale, tuffateci gli spaghetti; scolateli al dente aggiungeteli alla padella con i pomodorini e gamberetti e mantecate.
Aggiungete il pesto di zucchine e continuate la mantecatura aggiungendo un po’ d’acqua di cottura nel caso in cui gli spaghetti risultassero secchi.
Impiattate, servite e gustate!
Anna & Alessia

Torta Intrecciata salata

Pasta sfoglia ed un pizzico di fantasia per una ricetta supergolosa; facile e veloce da preparare; perfetta per quando scatta la voglia di qualcosa di buono ma si ha poco tempo.
La nostra torta intrecciata salata può essere preparata in anticipo e tenuta in frigorifero fino a poco prima di infornare.
La “ricetta perfetta” per fare una figura strepitosa, lasciare i vostri ospiti stupiti … con pochissima fatica.
Pronti a stupire tutti con la semplicità?


Ingredienti
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
150 grammi di prosciutto cotto
200 grammi di formaggio filante tipo scamorza
1 uovo

Preparazione
Srotolate la pasta sfoglia lasciandola sulla carta forno; al centro appoggiate il prosciutto cotto e la scamorza; nella parte non coperta effettuate dei tagli leggermente obliqui formando delle strisce di circa 1 cm di altezza, sovrapponetele alternandole per ottenere l’effetto intrecciato.
In una ciotolina sbattete l’uovo e spennellate la torta intrecciata; infornate a 180° per circa 15-20 minuti o fino a che non risulterà gonfia e dorata.
Buon appetito.
Anna & Alessia

Dolce ricco mi ci ficco … torta al cioccolato bianco e fragole

Fragole e cioccolato bianco sono un connubio perfetto !
Ingredienti semplici per un risultato delizioso; con la torta al cioccolato bianco e fragole offrirete ai vostri ospiti un dolce soffice, goloso, ricco, dal sapore corposo ma al tempo stesso fresco.
Adatta per ogni occasione, noi ne abbiamo fatto la torta per la festa della mamma, si gusta in qualsiasi momento ed i vostri ospiti resteranno piacevolmente colpiti.
Prepariamola insieme.


Ingredienti
300 grammi di biscotti al burro
250 grammi di yogurt bianco
200 grammi di fragole
200 grammi di cioccolato bianco
50 grammi di burro
20 centilitri di latte
2 fogli di gelatina

 

Preparazione
Preparate la base della torta tritando i biscotti, aggiungendo il burro fuso ed amalgamando bene gli ingredienti.
Foderate una teglia della forma che preferite con la pellicola per alimenti, stendete il composto ottenuto sulla base livellando bene aiutandovi con il bordo di un cucchiaio.
Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria e scaldate il latte, dovrà risultare tiepido.
Fate ammorbidire i fogli di gelatina in acqua fredda, scolateli e mescolateli al latte tiepido.
In una ciotola aggiungete lo yogurt, unite il cioccolato fuso ed il latte con la gelatina, amalgamate il tutto fino ad ottenere un composto cremoso.
Versate una parte di composto nella teglia, aggiungete le fragole tagliate a pezzi e ricoprire con il resto del composto; mettete a riposare in frigo per un’oretta.
Passato il tempo, sformate la torta su un piatto, rimuovete delicatamente la pellicola per alimenti, decorate con qualche fragola e servite.
Anna & Alessia