Dolcezza al cucchiaio con i bicchierini pesche, crema di yogurt e crumble di amaretti

I dolci al cucchiaio sono tra i più eleganti da presentare a fine menù ma noi, che siamo molto golose, li prepariamo anche come merenda o quando arriva la voglia di “qualcosa di buono”.
Pochi ingredienti con gusti forti e ben distinti tra loro valorizzano pienamente il sapore dei nostri bicchierini pesche, crema di yogurt e crumble di amaretti.


I passaggi per preparare i dolci al cucchiaio sono solitamente abbastanza semplici proprio come quelli per preparare i nostri bicchierini; operazioni non elaborate che garantiscono un risultato perfetto ogni volta che vorrete preparare un dolce all’“ultimo minuto”.
Visto che anche l’“occhio vuole la sua parte”, utilizziamo bicchierini di vetro con i quali si ottengono dei dessert molto belli da presentare proprio perché risultano ben visibili i differenti strati di bontà ed i vostri dolci diventeranno davvero irresistibili.
Li prepariamo insieme ?


Ingredienti per 6 bicchierini
2 pesche noci
2 cucchiai di zucchero di canna
Per la crema:
300 grammi di yogurt greco
1 cucchiaio di miele
Per il crumble:
200 grammi di amaretti
200 grammi di zucchero di canna
200 grammi di burro
200 grammi di farina


Preparazione
La prima cosa che prepareremo è il crumble; in una ciotola ampia unite il burro a pezzi, la farina, lo zucchero di canna e gli amaretti tritati; mescolate il tutto fino a ottenere un impasto sabbioso.
Spargete l’impasto appena ottenuto su una teglia foderata con carta forno; infornate a 200° per 10 minuti.
Prendete le pesche, tagliatele a cubetti senza sbucciarle aggiungete due cucchiai di zucchero di canna e cuocetele fino a che non risulteranno caramellate, una volta pronte spegnete il fuoco e lasciatele raffreddare.
Nel frattempo prendete una ciotola, aggiungete lo yogurt ed il miele mescolando fino ad ottenere un impasto cremoso.
Una volta che il crumble è pronto e le pesche si sono raffreddate, creiamo il nostro dolce al cucchiaio riempiendo ogni bicchierino con uno strato di pesche, uno di crema allo yogurt terminando con il crumble.
Pronti allo stupore dei vostri ospiti ?

Anna & Alessia

E’ tempo di cocktail che ne dite di un Bellini?

Italianissimo, poco alcolico, molto chic e stiloso, a base di champagne o prosecco brut; nonostante la preparazione semplice e veloce, il Bellini ha radici storiche, si dice sia nato a Venezia nel 1948 al famosissimo Harry’s bar, il suo inventore, Giuseppe Cipriani ne decise il nome guardando il colore rosato del drink.
Ottimo, veloce e facile da preparare, ci date una mano ?

Ingredienti per 1 flute
50 millilitri di nettare di pesca
100 millilitri di Prosecco Brut o Champagne

Preparazione
Prima di tutto preparate il nettare, può essere facilmente conservato quindi il quantitativo di pesche potete deciderlo voi.
Lavate e sbucciate le pesche, tagliatele a spicchi e mettetele in un colino e, con un cucchiaio, schiacciate per estrarne il nettare, oppure con l’aiuto di un mixer preparate una purea che passerete in un colino in modo da ottenerne solo il nettare.
Versate in un flûte il nettare ottenuto ed aggiungete con delicatezza lo spumante fino a colmare il bicchiere.
Decorate a piacere e servite ben freddo.
Cheers.
Anna & Alessia

Suggerimenti
Se preparate il nettare in anticipo, potete conservarlo in un contenitore ermetico da tenere in frigorifero.

Il rapporto tra gli ingredienti è di 1 a 2, il prosecco o champagne deve essere sempre presente in quantità doppia rispetto al nettare di pesca, tenetelo presente nella preparazione di cocktail party o brunch estivi.

Il Bellini è un ottimo abbinamento per cene di pesce, carni bianche, cibo piccante, bbq.

Il segreto per un ottimo Bellini sono le pesche, devono essere bianche, ben mature.